“L’Odore” a libri letti ai ferri

“L’Odore” a libri letti ai ferri

Mercoledì 5 Dicembre alle ore 18 torna l’evento più sferruzzante che ci sia!

L’Odore a Libri letti ai ferri

Un pomeriggio al femminile per parlare di racconti, di storie, di colori, di emozioni presenta Francesca Mogavero Buendia BooKs

MERCOLEDì 5 DICEMBRE alle ore 18,00: “L’ODORE” di Amal Bouchareb durante il knit/cafè libri letti ai ferri 

L’odore di   Amal Bouchareb

Nell’azienda di Madame si sta diffondendo un odore pestilenziale, ineffabile, impossibile da debellare.

I pettegolezzi si diffondono, la produzione è a rischio. Da dove arriva questo terribile aroma? E perché Madame e la sua fidata assistente sembrano essere le uniche a non sentirlo?

“Amal Bouchareb è una scoperta letteraria squisita”
Wafia Sifouane Mouffok, La Tribune

“Questa giovane autrice testimonia il nuovo respiro portato alla letteratura in lingua araba dalla nuova generazione
di scrittori di qualità”
Hocine Tamou, Le Soir d’Algérie

“La giovane romanziera è immediatamente riconosciuta come una delle penne più promettenti della sua generazione”
Fodhil Belloul, Algérie Presse Service

Finalmente è arrivata in Italia Amal Bouchareb, un’affascinante voce del Mediterraneo.
Nata nel 1984 a Damasco e laureata in traduzione, ha conseguito un master e insegnato nel dipartimento di inglese della Scuola Normale Superiore di Algeri tra il 2008 e il 2014. È stata caporedattrice della rivista letteraria Aklam. I suoi racconti e i suoi romanzi, pubblicati da Éditions Chihab e Éditions ANEP (Ministero della Comunicazione), hanno ottenuto importanti premi e riconoscimenti a livello nazionale e internazionale. Abita in provincia di Torino dal 2014, dove è responsabile di laboratori di lettura e scrittura interculturali.

Buendia Books, giovane realtà indipendente specializzata in romanzi e racconti di autori che risiedono sul territorio piemontese, è lieta e onorata di comunicare che L’odore, adattato in italiano dalla sua stessa autrice e vincitore del Festival International de la Littérature et livre de jeunesse (FELIV) 2008 ad Algeri, entra ufficialmente nel panorama editoriale italiano, in formato cartaceo e digitale.

L’odore fa parte delle nostre “Fiaschette”, un formato snello, tascabile ed economico pensato per racconti da leggere… in un sorso. Stampate in carta riciclata e rilegate con punti metallici, le “Fiaschette” sono le compagne di viaggio ideali, nonché un modo per consentire alle storie di raggiungere i lettori con facilità e leggerezza, senza mai trascurare la qualità.

Il racconto di Amal Bouchareb ci ha conquistati con la sua finezza e l’originalità, per la particolarità del progetto, la scommessa e il suo altissimo valore culturale: come afferma l’autrice nella sua postfazione, “La scrittura è un atto sostanzialmente intimo che richiede all’autore di richiamare tutti i suoi sensi per poter realizzare in pieno la personificazione verbale delle sue idee, e poi di arrendersi alla morte non appena finito il testo, per permettere al lettore di vivere, perché ‘La nascita del lettore si deve pagare con la morte dell’autore’. La traduzione letteraria, invece, richiede al traduttore di negare se stesso durante il processo, nel tentativo di riportare in vita l’autore, morendo quindi come lettore per permettere a un secondo lettore, di un’altra lingua, di vivere nel testo ‘originale’ e non in una versione ‘simulacrum’, per usare i termini di Foucault. Questo conflitto di interessi tra l’autore e il traduttore diventa ancora più clamoroso quando si tratta di autotraduzione…”
Il risultato? Un testo accattivante e potente, che parla al lettore curioso, al di là di ogni nazionalità.

L’evento è organizzato da Libri letti ai ferri dalle ore 17, si lavora a maglia in compagnia tra un dritto e un rovescio.

Condividi quest’articolo se ti è piaciuto, grazie

Margherita

Share

Margherita Bratti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *